Istanza elettromagnetismo: stop alle autorizzazioni

_________________________________________________________________________

Importanti sviluppi nella nostra lotta contro l’inquinamento elettromagnetico a Piale. Lo scorso 3 settembre infatti il Sindaco ha emesso un’ordinanza con cui si sospendono per quattro mesi le richieste di nuove installazioni, al fine di procedere alla stesura di un organico regolamento in materia. Potrebbe restare anche lettera morta, oppure rappresentare un passo importante di progresso, se sarà seguito nei fatti da un regolamento particolarmente restrittivo, che conclude l’attuale situazione dove pochi guadagnano impunti a danno altrui. Ma l’ordinanza è rilevante soprattutto nelle sue premesse e motivazioni: viene riconosciuto quanto abbiamo sempre detto sulla sovraesposizione territoriale, discorso che vale per Villa ma a maggior ragione per Piale: “il territorio di Villa San Giovanni è da sempre interessato al problema delle emissioni atmosferiche ed inquinanti dovute al posizionamento geografico di passaggio“. Viene ammesso come i rilievi abbiano portato a soluzioni quantomeno allarmanti: “ma anche alle onde elettromagnetiche, considerati i rilievi effettuati, in più occasioni, sul territorio“. Viene sancita una impostazione la più restrittiva possibile:”il principio cautelativo qui si impone, per la necessaria tutela della salute dei cittadini, considerato che i dati scientifici ormai sembrano consolidarsi sul rischio per la salute prodotto dalle onde elettromagnetiche e che in permanenza di un dubbio deve adottarsi, sul livello del rischio, l’impostazione piú restrittiva consistente nella minimizzazione del rischio e quindi nella definizione del valore piú basso”. Ma soprattutto la delibera riconosce il principio su cui l’istanza da noi presentata il 3 maggio scorso con 205 firme di quasi tutti i pialesi e molti villesi era basato, secondo cui la salute viene prima di ogni altra considerazione: in materia di autorizzazioni all’installazione di nuovi impianti perle telecomunicazioni e la radiodiffusione, oltre al rispetto dei criteri per una corretta localizzazione ambientale, assume rilievo prioritario l’interesse pubblico alla tutela della salute, non trascurando neanche i rischi eventuali per la salute“.

Auspichiamo quindi che un regolamento serio venga deliberato al più presto, siamo consapevoli delle difficoltà e della complessità della materia e del rischio che tutto finisca in un nulla di fatto. Ma un primo risultato c’è: sono sospese le nuove installazioni in città; grazie all’attenzione su queste tematiche, alle segnalazioni del Comitato cominciate nel 2010 e alle 205 firme di sostegno all’istanza del 3 maggio il problema delle emissioni dovute all’elettromagnetismo è divenuto prepotentemente all’ordine del giorno delle forze politiche villesi. Nella speranza che nessuna antenna venga più posizionata a Piale.

Abbiamo emesso un comunicato ripreso dai quotidiani locali (sezione news del sito) nel quale abbiamo messo in luce una contraddizione apertasi: alla luce della decisione di sospendere nuove installazioni sul territorio e delle premesse dell’ordinanza che si rifanno ad una impostazione restrittiva della materia, non sarebbe il caso che l’Amministrazione sospendesse anche forse l’ultima autorizzazione da lei concessa, vale a dire il ponte radio sulla ex scuola materna a Piale?

Comunicato 5 settembre 2012

Ma non sono solo i ripetitori telefonici e i ponti radio, quanto piuttosto l’antenna per la navigazione e l’elettrodotto a destare preoccupazioni. Continueremo a vigilare su questa materia, consapevoli della necessità che prima di tutto venga effettuato un serio studio organico sulla questione elettromagnetismo a Piale, dal momento che nel nostro quartiere diventa rilevante la sommatoria di tutti gli apparecchi e non già il singolo impianto. Presto illustreremo le nostre azioni a riguardo e le risposte all’istanza da parte dell’Amministrazione.

                                                                                      Il Comitato

_________________________________________________________________________

Un pensiero su “Istanza elettromagnetismo: stop alle autorizzazioni

  1. Solo per aggiornare che domani martedì 23 ottobre 2012 ore 19,00 si svolgerà presso il palazzo municipale un incontro convocato dall’amministrazione sul tema.
    All’incontro che dovrebbe sancire un tavolo permanente( che arrivi a breve ad elaborare le proposte che come comitato abbiamo suggerito) parteciperanno su invito dell’amministrazione, una rappresentanza dei medici di base(problematica neoplasie), Calabria e Calabresi, e probabilmente altri Enti.
    Su richiesta e invito dell’assessorato al ramo, parteciperò nella doppia veste, politica e professionale.
    Tanto in via preliminare mi sembrava corretto informare il Comitato.
    Arch. Antonio Salvatore Ciccone

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>